Modugno: 3 denunciati durante controlli dei Carabinieri

Un articolato dispositivo di controllo del territorio è stato disposto dal Comando Provinciale dei Carabinieri su tutta la città metropolitana di Bari, con decine di uomini e mezzi messi in campo nelle 24 ore, con il compito di assicurare un’estate serena ai cittadini, di dare agli stessi una tempestiva ed efficace risposta a ogni richiesta di aiuto, di prevenire furti e altri reati predatori, nonché di contrastare efficacemente lo spaccio di stupefacenti.

Numerosi sono stati gli interventi delle donne e degli uomini dell’Arma nell’ultima settimana, che hanno portato, in situazioni differenti, all’arresto in flagranza di reato di 6 persone, nonché alla denuncia a piede libero, per vari reati, di decine di soggetti.   

In particolare, a Bari, un 33enne è stato arrestato perché trovato in possesso di 97 grammi di droga di vario genere, occultati all’interno del vano del contatore elettrico della propria abitazione; a Monopoli, un 23enne, controllato a boro della sua autovettura alle 4.30 del mattino, sarebbe stato trovato in possesso di 8 dosi di ecstasy; a Modugno, un 39enne sarebbe stato sorpreso a cedere una dose di cocaina a un coetaneo e poi trovato in possesso di ulteriori 5 involucri di droga nascosti in casa, mentre a  Cassano delle Murge un 22enne, a seguito di perquisizione personale e domiciliare, sarebbe stato trovato in possesso di 14 grammi di cocaina e 21 grammi di hashish.

Altri due arresti sono stati eseguiti per maltrattamenti in famiglia, reato su cui rimane altissima l’attenzione di Magistratura e Carabinieri. Nello specifico, a Modugno, un uomo, censurato, infatti si sarebbe reso responsabile di percosse ai danni del proprio anziano genitore, affetto da demenza senile, mentre a Bitritto, un giovane 26enne avrebbe aggredito con schiaffi e pugni la propria fidanzata.

Si segnalano solo alcune delle numerose denunce a piede libero effettuate dai Carabinieri.

Un 71enne di Grumo Appula che, per ottenere il reddito di cittadinanza, avrebbe omesso di dichiarare il possesso di tre autovetture e di un motociclo di grossa cilindrata, percependo indebitamente circa 8 mila euro di beneficio.

Un 41enne, di origine campane, è stato denunciato per truffa perché avrebbe messo in vendita, su una piattaforma on line, due biglietti per il concerto di Vasco Rossi, rendendosi irreperibile dopo aver ottenuto il pagamento, da parte di una ragazza di Bitetto, di 150 euro.

Un uomo, dopo essersi recato all’Ospedale San Paolo, perché accusava asseritamente un malore, una volta dimesso, si sarebbe appropriato di una sedia a rotelle del pronto soccorso, poi rinvenuta presso la sua abitazione dai militari dell’Arma.

A Cassano Murge, un uomo è stato denunciato dai militari della locale Stazione perché avrebbe truffato un’anziana del luogo, spacciandosi per un incarico del comune addetto alla sua assistenza e facendosi consegnare circa 8 mila euro.

Infine, a Modugno, una cittadina di origini cinese è stata denunciata per attività di gestione dei rifiuti non autorizzata e incendio di rifiuti speciali non pericolosi, in quanto, nel piazzale antistante alla propria attività commerciale, avrebbe dato alle fiamme circa 100 mq di cartoni, pedane in legno e materiale plastico da lei precedentemente accatastati.

È importante evidenziare che i procedimenti che riguardano le persone arrestate e denunciate, le cui responsabilità dovranno essere accertate nel corso dei successivi giudizi in contraddittorio tra le parti, sono nella fase delle indagini preliminari.