L' Associazione Spazio Torres ripropone per sabato 27 e domenica 28 Ottobre "Le favole di Esopo" con e di Nicolas Joos…

 

 

Sabato 27 e domenica 28 Ottobre l'Associazione Spazio Torres presenta "Le favole di Esopo" con e di Nicolas Joos; gli spettacoli si terranno a partire dalle ore 17 in Via di Porto Torres 7. 

Questa è la descrizione di Spazio Torres tratta dalla pagina facebook:

"Spazio Torres è un teatrino a Modugno, appena aperto, anzi non ancora, apre sabato, all'interno avvengono spettacoli per giovani (di cuore), per ora solo soci (piu' in la sarà pubblico), la sala è di circa 100 mq, ci sono 6 panche da 8, in tutto 48 posti, poi c'è un'altra sala di 130 mq per le prove, tutto a norma: c'è un'uscita di sicurezza ampia, nel senso che sono state tolte le porte per accedere in caso di pericolo direttamente sulla strada, l'apertura anti-panico vera, sarà messa spero prima dell'inverno) ora la gente puo vedere lo spettacolo anche senza entrare, l'impianto elettrico certificato è di 7 kw 380v, bombole anti incendio, c'è il bagno , beh uno solo, ma pulitissimo, ecco perchè è un'associazione (un luogo privato) manca il secondo bagno per disabili, ma ci sarà anche quello, poi attraverso una porta segreta si entra nel vero Spazio Torres di 700 mq su 3 livelli, un castello, pieno di spazi.. ma tutto da ristrutturare, nel cuore del quartiere popolato di Porto Torres. Ma per ora c'è il teatrino e per vedere gli spettacoli basta essere soci, la tessera è gratuita, gli spettacoli pure..se uno vuole lasciare un'offerta c'è una cassa,
un giorno piena di soldini attraverserà la porta segreta per creare altre sale e tanti teatrini".
 

 

LE FAVOLE DI ESOPO

di e con Nicolas Joos

 

ASSOCIAZIONE SPAZIO TORRES

MODUGNO – Via di Porto Torres 7

 

Sabato 20 e domenica 21 ottobre

ORE 17 TURNO A

ORE 18 TURNO B

Durata 60 min.

 

INGRESSO LIBERO CON TESSERA (GRATUITA)

Consigliata Prenotazione (40 posti)

 

info: www.show-box.org

TEL. 0809697355 (lasciare messaggio)

CEL. 3295693142 

 

NOTE DI REGIA:

Uno spettacolo grottesco adatto sia agli adulti che ai bambini. Cinque favole dove labile è il confine tra mondo animale e mondo umano, con il relativo catalogo di vizi e allegorie morali di menzogne, vanità, prepotenze punite. L'attore usa il gesto e il movimento per immedesimarsi figurativamente nei suoi soggetti di racconto, mentre con la voce si sbizzarrisce in un comico gioco onomatopeico con risonanze linguistiche (francese, tedesco ed inglese) o, appunto animalesche molto convincenti. Introdotta da un breve riassunto, la narrazione delle diverse storie si snoda dunque in una serie di pantomime caratterizzate da un espressionismo grottesco e popolate di volpi furbe, di leoni infingardi, di aquile prevaricatrici, di scarabei vendicativi, di galline dalle uova d'oro e di contadini saggi o troppo avidi, di corvi sciocchi, di tutto quell'universo insomma che ancora tanto ci assomiglia.