Coronavirus, Modugno sale nella fascia 6-10 contagiati

Non ci sono variazioni di rilievo nella posizione che il Comune di Modugno occupa oggi, 25 marzo, nel Bollettino Epidemiologico regionale dove la nostra Città viene collocata in una fascia che comprende tra i 6 e i 10 contagiati – le parole del Sindaco Magrone.

Il Bollettino si può consultare a questo link: http://rpu.gl/BollettinoEpid20200325
Non posso dare un numero certo perché, come spiegavo ieri, le comunicazioni sull’andamento del contagio da Coronavirus che giungono ai Comuni in maniera ufficiale arrivano in ritardo e spesso discordanti tra le varie fonti. L’unica fonte più aggiornata dovrebbe essere la segnalazione quotidiana della Regione pubblicata sul Bollettino Epidemiologico. Per il momento le ricostruzioni che stiamo tentando di fare tra le informazioni che abbiamo cercato e trovato ci permettono di fornire i seguenti dati: tre contagiati ricoverati, altre sei persone – tre delle quali asintomatiche – in isolamento fiduciario per avere avuto contatti stretti con persone contagiate.

Sulla questione dei dati, il vicesindaco, avv.Francesca Benedetto, e io – pur essendo consapevoli che ciascuna delle istituzioni preposte sta impegnandosi al massimo per la realizzazione di un perfetto coordinamento della situazione e di una gestione ordinata dell’emergenza – abbiamo ritenuto opportuno inviare una lettera al Presidente della Regione Puglia, al Dipartimento regionale della Protezione civile, al Prefetto di Bari, al Direttore generale Asl Bari, al Direttore del Dipartimento di Prevenzione Asl Bari per segnalare ancora una volta la necessità che siano trasmessi “con assoluta tempestività i dati dei soggetti che risultano contagiati al COVID 19, oltre che i dati dei soggetti meramente posti in isolamento fiduciario, per consentire a questo Ente, ma anche a tutti gli altri comuni, di poter compiutamente cooperare nella gestione della emergenza sanitaria”.
Una iniziativa analoga è stata assunta dal presidente dell’Associazione dei Comuni ANCI Puglia, Mimmo Vitto. In una nota inviata al presidente della Regione Puglia e alle Prefetture di tutta la regione, Anci Puglia ha “richiesto l’attivazione urgente di un flusso di comunicazione diretto, immediato e sistematico con i Comuni, in modo tale da aggiornare i sindaci in tempo reale, sulle situazioni dei contagiati e dei malati che riguardano i propri territori. Questo al fine di consentire ai sindaci di porre in essere, in tempo reale, tutte le azioni precauzionali nei confronti delle famiglie interessate, per evitare diffusioni del contagio, ma anche per garantire supporto e assistenza domiciliare per quanto riguarda alimenti e farmaci”.

Devo rilevare che, a quanto emerge dal Bollettino Epidemiologico, la nostra situazione, in questo momento, non appare pericolosa. Come sindaco, mi fa piacere anche notare che la nostra Comunità risponde positivamente alle richieste che vengono fatte.
Tanti giorni di reclusione forzata cominciano a pesare. Su anziani soli e bambini, soprattutto: conosco un delizioso bambino iperattivo. E’ gentile, intelligente, una vera forza della natura: so che sua mamma in questi giorni sta impazzendo per riuscire a tenerlo impegnato.
E però dobbiamo essere tenaci e compatti, se vogliamo avere ragione di questa malattia invisibile e mortale”.