CORONAVIRUS, MODUGNO: SALGONO A 4 I CASI DI CONTAGI

Dopo la notizia dei prima contagi, arrivano i dati ufficiali: sono 4 a Modugno i contagiati da Covid-19.

E a confermarlo direttamente il primo cittadino, Nicola Magrone: ” Devo purtroppo riferire a tutti voi che ci sono quattro persone residenti a Modugno per le quali è stato confermato il contagio da COVID-19. Una di loro è ricoverata in ospedale, le sue condizioni appaiono buone”.

” I due nuclei famigliari coinvolti, secondo i protocolli del ministero della Salute, sono in isolamento obbligatorio – prosegue – Alcune notizie già circolavano, ma comprendete tutti che non è possibile lasciarsi andare a riferire informazioni che non siano state confermate. E per ricevere queste certezze occorre anche scontare alcuni ritardi delle burocrazie”.

“Questo è la notizia peggiore dell’aggiornamento di un’altra giornata segnata dal susseguirsi di necessità diverse a causa dell’emergenza. Sono giornate lunghe e faticose. Ma se tutti facciamo la nostra parte – ve l’assicuro – ce la potremo fare – le parole di Nicola Magrone, Sindaco di Modugno – Tutti chiedono maggiori controlli e, su nostra sollecitazione, le forze di polizia locale e i carabinieri intensificano i loro sforzi per aumentare i controlli. Il ministro dell’interno Luciana Lamorgese ha assicurato in serata al presidente dell’Anci, Antonio Decaro (che le aveva fatto questa richiesta nei giorni scorsi) che potranno essere impiegati anche i vigili del fuoco nel presidio dei piccoli comuni: i prefetti dunque potranno convocare rappresentanze dei vigili del fuoco nei comitati provinciali per l’ordine e la sicurezza pubblica, proprio perché nella maggior parte dei Comuni non c’è un numero di agenti di polizia locale sufficiente a esercitare il controllo e la sensibilizzazione dei cittadini. Altrove (Campania, Sicilia e Friuli-Venezia Giulia) scenderà in campo anche l’esercito (anche a Bari, perché un reparto è già impegnato da qualche anno nell’operazione Strade Sicure)”.

“Anche per i controlli noi continuiamo a fare la nostra parte. Io stesso in questi giorni sono stato al mercato di via X marzo e in altri luoghi dove venivano segnalati assembramenti – conclude il primo cittadino – Tuttavia, tutto questo non deve farci dimenticare che LA PREVENZIONE MIGLIORE – L’UNICA PREVENZIONE – È RESTARE A CASA. Nessun controllo potrà garantirci che il contagio si spezzi. Può farlo solo la separazione tra le persone. A questo riguardo, ricordo che è stata attivata una linea telefonica dedicata a supportare i cittadini per ogni informazione legata all’emergenza in corso: 338/6469541.
Inoltre, tra varie altre iniziative (che potete comunque trovare in questa pagina e sul sito del Comune di Modugno) sono stati attivati:
– servizio pasti a domicilio a cura dei servizi sociali;
– servizio consegna a domicilio dei farmaci a cura dei servizi sociali.
NOI CE LA STIAMO METTENDO TUTTA, MA DOBBIAMO TUTTI COLLABORARE.
RESTATE A CASA PER FAVORE!
PERCHE’ DEVE ANDARE TUTTO BENE!”