Mimmo Gatti da ieri è tornato in libertà ed ha lasciato i domiciliari che invece vengono confermati per Pino Rana…

 

Dallo scorso 30 Novembre l' ex sindaco Gatti era sottoposto agli arresti domiciliari, nella giornata di ieri è tornato in libertà: infatti il Tribunale per il Riesame di Bari ha accolto la richiesta di revoca degli arresti domiciliari. Allo stesso Gatti però dai giudici è stato imposto il divieto di dimora nel territorio della città di Modugno.

Al contrario per Pino Rana, predecessore di Gatti sulla poltrona di primo cittadino di Modugno, sono stati confermati gli arresti domiciliari.

 

I due ex amministratori avevano anche potuto trascorrere il Natale in famiglia, infatti nei giorni precedenti al Natale, il gip aveva accolto le istanze presentate dai loro avvocati.

 

 

La misura restrittiva dei domiciliari nei giorni scorsi è stata revocata anche in favore degli altri otto indagati coinvolti, in particolare Giuseppe Vasile e Saverio Pascazio, il dipendente del Consorzio Asi, Francesco Stramaglia, e funzionari e dirigenti dell’ufficio tecnico, Emilio Petraroli (oggi in pensione), Francesco Loiacono, Giuseppe Capriulo,Nicola Maiorano e Vincenzo Alfonsi.

 

Restano invece ai domiciliari anche l'imprenditore Giuseppe Caggiano e l'ex assessore all' urbanistica Vito Carlo Liberio.