Per la rubrica La voce del cittadino, pubblichiamo il comunicato ricevuto dall' "Associazione G. La Pira" riguardante il pagamento dell' IMU nel Quartiere Cecilia a Modugno…

 

Per la rubrica La voce del cittadino, pubblichiamo il comunicato ricevuto dall' "Associazione Giorgio La Pira" riguardante il pagamento dell' IMU nel Quartiere Cecilia a Modugno: 

IMU QUARTIERE CECILIA: GABBATI E CONTENTI

"Da alcuni giorni dappertutto si parla di IMU, cioè l’imposta municipale sugli immobili.

E così anche nel quartiere Cecilia chi parla di questo argomento, edotto da noti sedicenti, ne parla con piacere: sì, perché l’amministrazione comunale di Modugno questa volta, in controtendenza ai comuni  vicini, ha ridotto l’aliquota per l’abitazione principale dallo 0,4 per cento allo 0,3 per cento.
E a giusta ragione i "modugnesi" possono essere soddisfatti di questa delibera comunale. Ma i residenti del quartiere Cecilia, quelli che ne parlano con piacere, forse non hanno quantificato l’imposizione fiscale che tocca loro.

Infatti, mentre a Modugno città il proprietario di un’abitazione di quattro vani e accessori con l’IMU pagherà un’imposta annua di €50, a Modugno quartiere Cecilia definita zona suburbana il proprietario di un’abitazione di quattro vani e accessori pagherà un’imposta annua di €231,44.
E ancora: il residente di Modugno città di ICI pagava €69, mentre il residente di Modugno quartiere Cecilia pagava €137. Per questo i "modugnesi" possono essere soddisfatti perché con l’IMU pagheranno meno tasse.

E i residenti del quartiere Cecilia pagheranno spassionatamente con piacere l’IMU sapendo che per loro  l’imposta non è diminuita anzi, rispetto all’ICI, l’imposta sugli immobili è aumentata tra il 40% e il 50%?
Sembrerebbe con questi fatti, che ai contribuenti del quartiere Cecilia non sia garantita la perequazione fiscale dichiarata a parole nella delibera comunale.

Intanto gli amministratori comunali di Modugno continuano a ignorare le condizioni in generale dei residenti del quartiere Cecilia. Questi cittadini sono di serie "A" quando devono pagare i tributi e cittadini di ultima serie, rispetto alla qualità della vita e ai servizi ricevuti.

Infatti, al quartiere Cecilia manca una rete di monitoraggio dell’aria (in un territorio a ridosso della zona industriale); manca la tutela della salute dei residenti che subiscono l’inquinamento elettromagnetico causato da un elettrodotto a 150KV che supera di oltre venti volte la soglia di allarme delle emissioni; la polizia municipale e le forze dell’ordine in generale sono assenti; del prolungamento della linea metrò dall’ospedale al quartiere non se ne parla; e tant’altro ancora. Gli amministratori comunali quando dicono che il quartiere Cecilia è un "quartiere che verte in una situazione di degrado", non fanno altro che confermare le carenze evidenziate.

Per questo sono in tanti i residenti del quartiere Cecilia che, in seguito all’aggravamento della pressione fiscale determinata dall’IMU, avvertono di essere vessati e discriminati rispetto agli altri cittadini di Modugno, e quindi restano in attesa di fatti concreti da parte dell’Amministrazione comunale di Modugno, che facciano vedere che chi li amministra c’è, è vivo e si preoccupa di soddisfare i bisogni del quartiere Cecilia".

Associazione G. La Pira